Magazine

In pullman all'Acquario

Siamo andati all’Acquario di Genova in autobus con tanti simpatici blogger a scoprire un mare di novità, è proprio il caso di dirlo. L’Acquario ha anticipato la primavera con una serie di speciali iniziative per le famiglie. Vediamo di raccontarvele tutte. La prima riguarda proprio come raggiungere l’Acquario.

Fino al 10 marzo è previsto un servizio navetta dalla stazione centrale di Milano e da Porta Nuova a Torino. Un viaggio in pullman gratuito fino alle porte dell’Acquario. Un’occasione da non perdere per chi non ama guidare… basta acquistare un biglietto all’Acquario di Genova o un biglietto dei percorsi del mondo AcquarioVillage e prenotarsi. I pullman parte da Milano tutti i giorni alle 8:30, e nel weekend anche alle 9:15 e 10:15; da Torino il collegamento sono tutti i giorni alle 8:30 e nel fine settimana anche alle 9:30 e 10:30. Per le corse del ritorno, la partenza sia per Torino che per Milano è alle 16 tutti i giorni e nel fine settimana anche alle 17 e 18.

Novità nel trasporto, ma pure nell’accoglienza con le due iniziative del momento, le speciali performance emozionali “Equilibri in blu” con acrobati, ballerine e performer lungo il percorso per essere ancora più coinvolti. Per il più piccoli l’incontro dal vivo con Spongebob, la spugna marina amata dai ragazzi di tutto il mondo e protagonista dell'omonima serie in onda su Nickelodeon, e ancora i laboratori sul mondo degli invertebrati presso la sala di Spongebob e le animazioni a tema lungo il percorso. Queste due iniziative proseguono fino al 31 marzo, nel consueto stile “temporary” delle attrazioni dell’Acquario.

E da aprile? Niente paura all’Acquario di Genova è già stato programmato per le famiglie e i bambini un ricchissimo calendario di incontri e speech, alla scoperta delle curiosità degli animali e dei segreti di una struttura così complessa e affascinante.Ogni giorno, dalle 10.45 alle 16.15, lo staff dell’Acquario incontra i visitatori rendendoli partecipi della vita degli animali, dell’interazione quotidiana con loro per prendersi cura del loro benessere e di tutte le operazioni necessarie a garantire il funzionamento della struttura. Esistono poi esperienze che consentono di vivere l’Acquario sempre in nuovo modo e sorprendente. Ecco il calendario completo degli appuntamento con Dietro le quinte (nei fine settimana e tutti i giorni da 18/4 al 5/5), Apri l’Acquario con noi (nei fine settimana), L’Esperto con te (tutti i giorni su prenotazione), le nuovissime esperienze A tu per tu con i pinguini (nei fine settimana) e A tu per tu con i delfini (su prenotazione) e la consolidatissima Notte con gli squali (6 e 13 aprile). Ad aprile l’Acquario è aperto da lunedì a venerdì ore 9 – 20.00 (ultimo ingresso ore 18.00); sabato, domenica e festivi ore 8.30 – 21.00 (ultimo ingresso ore 19.00). Se volete saperne di più andate sul sito www.acquariodigenova.it



Se restate tutto il giorno, quale migliore occasione anche per una visita al vicino Galata Museo del Mare? Curato dal Mu.MA e gestito, come l’Acquario di Genova da Costa Edutainment, è il più grande museo marittimo del Mediterraneo che consente di compiere un viaggio nella storia della navigazione.

L’esperienza prosegue con la grande traversata oceanica dei migranti italiani a bordo dei piroscafi verso l’America, il Brasile e l’Argentina: all’interno di questo padiglione – MeM Memorie e Migrazioni - una sezione, è interamente dedicata all’ immigrazione contemporanea. Navigazione sopra ma anche sotto il mare con la visita esclusiva del sommergibile Nazario Sauro, prima nave museo in Italia visitabile in acqua. Il pubblico può inoltre rivivere virtualmente, grazie all’utilizzo della realtà virtuale l’esperienza di un naufragio a Capo Horn nella Sala della Tempesta in 4D.

Importanti sezioni sono la mostra “Andrea Doria, la nave più bella del mondo” visitabile lungo le rampe del 4° piano e la sala degli Armatori che racconta la storia delle famiglie che hanno fatto grande l'economia marittima di Genova ma anche la storia d' Italia vista attraverso la marineria, presentando un allestimento immersivo e tecnologicamente avanzato. Ultime novità di prodotto sono la hall “galattica” dove i visitatori possono ammirare un faro fanale alto 10 metri con una lente di Fresnel che illumina l’intero spazio, 4 imbarcazioni storiche, il nuovo bookshop “la Bussola delle Idee” sui temi del mare, un bar e un ristorante che richiamano il sottomarino 518 ormeggiato in Darsena. Al quarto piano, la Sala Coeclerici, l’ultimissima novità inaugurata a metà giugno 2018 che ospita la collezione “Navigare nell’Arte”, una selezione dei dipinti della Fondazione Paolo Clerici e che permette al pubblico l’accesso al terrazzo e al giardino pensile del quarto piano, voluto dall’architetto Consuegra e dal quale si gode di una suggestiva visione del centro storico genovese.

Protagonisti del 2019 del Galata Museo del Mare grandi personaggi per tutte le età: Geronimo Stilton accompagna le famiglie lungo un percorso tematizzato, mentre ad un pubblico più adulto sono dedicati gli “Incontri in Blu. Uomini, donne e storie di mare”.

Dopo aver messo a segno le collaborazioni con il MUDEC di Milano, il sito Unesco Pompei, Ercolano, Torre Annunziata e il Museo Leonardiano di Vinci, da quest’anno Geronimo Stilton è anche al Galata Museo del Mare. Attraverso 15 tappe con pannelli esplicativi a misura di bambino e la piantina “stratopica” ricevuta all’ingresso, i piccoli visitatori scoprono curiosità e segreti sul rapporto vitale tra uomo e mare, ripercorsi grazie alle ricostruzioni a grandezza reale, alle postazioni multimediali interattive e ai 4.300 oggetti originali esposti nelle sale del Galata. L’obiettivo per ogni giovane visitatore è quello di ottenere l’attestato di vero “Capitano del Tempo”, annotando sul Diario del Capitano le soluzioni a tutti i piccoli giochi e agli indovinelli da affrontare nel corso della visita. Il progetto nasce per avvicinare i più piccoli, in modo creativo e innovativo, al fascino e all’avventura che ogni museo può regalare grazie al viaggio di scoperta, nel tempo e nello spazio, che offre ad ogni visitatore, da 0 a 99 anni!!

Il 31 gennaio con l’apneista mondiale Alessia Zecchini ha preso il via al Galata Museo del Mare il ciclo “Incontri in Blu. Uomini, donne e storie di mare”, 7 appuntamenti per il pubblico con personalità di rilievo nazionale e internazionale del mondo dello sport, dello shipping e della nautica. Tutti gli incontri, della durata di un’ora circa, si tengono di giovedì alle 18 presso l’Auditorium del Museo e sono ad ingresso libero fino ad eaurimento posti.

Il 7 marzo sarà la volta del velista Max Sirena, lo skipper di Luna Rossa, che racconterà le ultime novità e i retroscena della nuova sfida lanciata dal team italiano alla prossima Coppa America. Il 28 marzo Hugo Vau, il surfista portoghese che nel gennaio scorso a Nazaré, la capitale europea delle onde giganti, ha cavalcato "Big Mama", un muro d'acqua alto circa 35 metri, incontrerà i presenti per descrivere cosa si prova e come si arriva ad essere l’atleta che ha surfato quella che è considerata l'onda più grande nella storia di questo sport. Giovedì 18 aprile, sempre alle 18, in concomitanza con la World Cup delle classi olimpiche ospitata da Genova, un altro nome importante della vela, quello di Santiago Lange, il velista che nel 2016 a 54 anni, dopo aver sconfitto un cancro che gli ha causato l’asportazione del polmone sinistro, ha vinto la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro nella classe del Nacra17, i catamarani volanti. Lange dialogherà con il pubblico testimoniando come il suo impegno sportivo gli abbia dato la forza di vincere la malattia e di guardare avanti ("La vita è meravigliosa", è una delle sue frasi preferite) e come l'età sia soltanto un numero: ora si sta allenando per le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Il 30 maggio a salire sul palco degli Incontri in Blu sarà Cecilia Eckelmann Battistello, figura storica dello shipping internazionale e della portualità italiana, presidente di Contship Italia, società che celebra proprio quest'anno mezzo secolo di vita, e che nel nostro Paese è presente nei terminal di Gioia Tauro, La Spezia, Ravenna, Cagliari, Salerno e nel centro intermodale di Milano-Melzo.

Il 20 giugno sarà la volta di Michael Bates, meglio conosciuto come Michael di Sealand, l'imprenditore che rivendica il titolo di principe di Sealand, la micronazione fondata dal padre Paddy Roy nel 1967, il quale racconterà l'incredibile storia di questa piattaforma artificiale creata al largo delle coste inglesi per motivi di difesa dal governo britannico sulla quale è stato proclamato un "Principato con sovranità indipendente" che ha battuto moneta e rilasciato passaporti. A chiudere il primo ciclo d’Incontri in Blu, il 19 settembre, in occasione del giorno inaugurale del 59° Salone Nautico, il più grande del Mediterraneo, l'ospite sarà Norberto Ferretti, co-fondatore ed ex presidente di Ferretti Group, il pioniere della nautica che torna sulla scena nel nome della sua passione per le barche e il mare.

La rassegna, finalizzata a promuovere la cultura del mare nelle sue diverse forme ma anche a dare un segnale di vitalità di Genova e della Liguria in questa fase critica che il territorio sta attraversando, è curata dal giornalista e scrittore Fabio Pozzo con il docente universitario e scrittore Nicolò Carnimeo, già ideatori di “Mare d'inchiostro-Festival delle storie di mare”, i quali intervistano gli ospiti durante gli “Incontri in Blu”. L’iniziativa è stata fortemente voluta da Mu.MA Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni, Associazione Promotori Musei del Mare onlus, Costa Edutainment spa e realizzata grazie anche al contributo del Gruppo Cambiaso Risso e di UCINA Confindustria Nautica e al sostegno della Casa di Cura Montallegro e della dimora storica Palazzo Grillo. Infine il ciclo d’incontri vanta il patrocinio della FIV, Federazione Italiana Vela e dello Yacht Club Italiano con cui il Mu.MA ha stipulato un protocollo d’intesa per la promozione congiunta delle attività per l’anno 2019.

Il progetto “Alla scoperta del Galata con Geronimo Stilton” è realizzato da Atlantyca, l’azienda milanese che ne gestisce i diritti editoriali internazionali, di animazione e di licensing, in collaborazione e per conto di Costa Edutainment e del Mu.MA Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni.   

Con oltre 152 milioni di libri venduti nel mondo e tradotti in 49 lingue ed editi in Italia da Edizioni PIEMME, Geronimo Stilton è diventato un importante fenomeno internazionale non solo nell’ambito della letteratura per l’infanzia, ma anche della promozione all’educazione culturale dei suoi lettori. 

Il percorso a misura di bambini nel dettaglio:

All’ingresso del Museo, nella nuova hall “galattica” dove i visitatori - da aprile 2018 - possono ammirare un faro fanale alto 10 metri con una lente di Fresnel che illumina l’intero spazio, 4 imbarcazioni storiche, il nuovo bookshop “la Bussola delle Idee” sui temi del mare, un bar e un ristorante che richiamano il sottomarino 518 ormeggiato in Darsena – un pannello introduttivo accoglie ed introduce i piccoli visitatori.

La prima tappa dedicata al Grande Esploratore è al piano terra nella Sala Cristoforo Colombo, dove i bambini possono approfondire la conoscenza di un vero “topo” di mare qual è stato il navigatore genovese. Qui Geronimo Stilton invita il pubblico ad esplorare la sala e ad aiutarlo a risolvere la prima di tredici attività sul Diario del Capitano del Tempo.

Si prosegue sempre al piano terra per arrivare alla seconda e terza tappa nella Sala della Galea dove i visitatori scoprono la “Vita da galeotto” e si mettono alla prova con diverse attività. Il quarto appuntamento è al primo piano, sala 8 dedicata ai “Fanali e remi”, dove tra curiosità ed enigmi si scoprono le origini di fanali e remi e si fa conoscenza di un altro importante personaggio genovese protagonista della quinta tappa: Andrea Doria, il famoso ammiraglio della Repubblica di Genova.

Alla scoperta dell’importanza degli Atlanti e dei Globi è dedicata la sesta tappa, mentre nella settima Geromino invita a provare una stratopica esperienza di realtà virtuale offerta nella Sala della Tempesta.

Alla scoperta degli strumenti nautici è dedicata l’ottava tappa del percorso situata al secondo piano, mentre nella nona si apprende la storia dei brigantini ottocenteschi davanti alla fedele ricostruzione del brigantino Anna. Si completa il secondo piano con la tappa n. 10 dedicata al cantiere navale.

Salendo di piano, nella sezione MeM Memorie e Migrazioni, il topo giornalista - pannello n.11 -  invita a munirsi di passaporto e di biglietto di viaggio per andare alla scoperta degli “Emigranti di ieri e di oggi”.

“Adesso prova tu”, la postazione n.12 si trova sul ponte di coperta presso la Sala degli Armatori. Grazie ad un simulatore di navigazione è possibile provare ben tre missioni diverse: raggiungere una nave in ingresso al porto di Genova al comando di un’unità dei piloti del porto, effettuare una manovra di accosto/ormeggio con una nave mercantile nella banchina del porto di Genova, prestare assistenza a una nave mercantile a bordo di un rimorchiatore.

Postazione n.13 “Missione Sommergibile” situata presso il “Pre show del Nazario Sauro”, una vera e propria scuola per sommergibilisti utile per chi vorrà visitare il vero sommergibile ormeggiato in Darsena davanti al Galata Museo del Mare. Geronimo Stilton saluta i piccoli visitatori al 4 piano, quattordicesima tappa, con l’ultimo pannello del percorso stratopico a misura di bambino.